Teste di donna rinascimentali, le bellissime ceramiche toscane di Virgina Casa

C’è un borgo arroccato sulle splendide colline toscane, chiamato Montespertoli, dove da oltre quarant’anni un’azienda d’eccellenza produce ceramiche di straordinario pregio: quell’azienda si chiama Ceramiche Virginia e le sue creazioni raccontano l’incontro tra la tradizione contadina con i suoi usi e le sue credenze, il fascino delle storiche botteghe di Montelupo Fiorentino che nei secoli hanno dato vita a un immenso patrimonio artistico italiano e il design contemporaneo.

Le teste di donna, ispirate ai volti rinascimentali di Donatello, sono bellissime opere d’arte. Eleganti, delicate, immerse nel mito e nei riti propiziatori della natura, sono pezzi unici interamente modellati e dipinti a mano da maestri artigiani, che possono essere utilizzati come vasi per fiori e piantine o come preziosi elementi decorativi.

1772

Sin dal Neolitico, circa cinquemila anni a.C., l’uomo utilizza l’argilla cotta per realizzare oggetti d’uso domestico ed è stupefacente come nel corso del tempo gli strumenti, le tecniche e i materiali impiegati, le forme e i decori abbiano accompagnato l’evoluzione culturale dei popoli. Oggi arredare i luoghi della propria vita con oggetti come le ceramiche firmate Virginia Casa vuol dire credere nella suggestione di storie antiche e di legami profondi, ricreando atmosfere colme di significato ed emozione.